5 Consigli per il tuo Workflow

Sappiamo tutti che il tempo è denaro! E allora vediamo 5 punti per ottimizzare i nostri shooting, e guadagnare un sacco di tempo in fase di post produzione,Tutto quello che facciamo quando scattiamo ha un effetto sulla nostra post-produzione, mi spiego meglio, saper ottimizzare il nostro modo di scattare ci renderà la vita enormemente più facile quando arriveremo alla fase due, ovvero Lightroom o Photoshop, e allora vediamo insieme come migliorare il nostro modo si scattare per guadagnare tempo dopo in post.

1. 

Scatta con una visione

Questo può voler dire principalmente due cose, la prima è per cosa stai scattando? Dovrai stampare le foto che stai scattando? Usciranno su una rivista? Sono per il web? Oppure devi realizzare un Canavas, o altro materiale decorativo? Avere in mente il prodotto finale che vuoi realizzare ti aiuterà a fare delle scelte adatte alla realizzazione di quello specifico prodotto, scatto in orizzontale in verticale, soggetto al centro, colore, bianco e nero, ecc. Ma vuol dire anche sapere cosa vuoi ottenere dallo shooting che stai realizzando, avere un risultato finale in mente, aver preparato prima una moodboard, aver scritto delle idee, e avere in mente come dovranno essere le foto che stai scattando dopo la posto produzione per esempio, ti aiuteranno a fare delle scelte fondamentali, sulla composizione, esposizione, e gestione della luce

mood-board

canavas

 

 

 

 

 

 

 

 

2.

Scatta in Manuale

Scattare in manuale ci offre la preziosissima possibilità di avere continuità della luce, del colore, e dell’esposizione delle nostre foto. Questo ci permetterà di essere molto più veloci in post produzione potendo utilizzare correzioni in batch (stessa correzione ad un set di immagini) e questo è un prezioso time saving. Se utilizziamo la priorità di diaframmi o di tempi, sarà l’esposimetro della macchina fotografica a decidere per noi, cambiando l’esposizione in ogni foto o quasi.

 

scatta in manuale

 

3. 

Usa i Flash in manuale

Come per la macchina fotografica, usare il flash con impostazioni manuali (non TTL) ci dà il totale controllo sulla luce, dando consistenza e continuità alle nostre immagini. Scattare in TTL ci toglie la possibilità di usare pannelli riflettenti, realizzare particolari effetti di luce, o anche semplicemente creare una rim light, perchè il sistema TTL non “capisce” se stiamo rivolgendo il nostro flash direttamente verso il soggetto oppure no.

flash manual mode

4.

Cancella in Camera

Ormai le macchine fotografiche di oggi hanno display talmente dettagliati che cancellare le foto direttamente in camera nonè affatto un problema: E ALLORA FATELO! Cancellare le foto che non ci piacciono guardandole direttamente sul display della macchina fotografica ci farà risparmiare davvero un sacco di tempo in post produzione. Cancellate tutte le immagini mosse, o sfuocate, quelle che non vi piacciono affatto, e se avete dei dubbi su due immagini simili, allora ovviamente si rende necessaria la visione a schermo intero, ma vi accorgerete di quante foto possiamo eliminare prima di copiarle sul nostro PC.

delete in camera

5.

Evita lo scatto continuo

 

Ebbene si, oggi con le nuove fotocamere abbiamo preso il brutto vizio di scattare raffiche di 20- 30 scatti consapevoli del fatto che nel mucchio troveremo qualcosa di buono. Dobbiamo tornare a scattare con cognizione, scegliendo il momento giusto per premere i pulsante, usate lo scatto continuo solo se state facendo foto sportiva, o foto dove l’azione si compie velocemente, ma se state scattando persone per esempio, allora è buona norma imparare a scegliere il momento per premere il pulsante, serve pratica ma sarà sempre più facile capire quando scattare. Un buon esercizio che ho riscoperto è quello di uscire ogni tanto con una vecchia macchina fotografica a pellicola, e vedrete che imparerete a stare molto più attenti nel premere quel pulsante.

 

shutter spam